“Gli archetipi, James Hillman psicanalista e sapiente (1926 – 2011) li definisce appena “i modelli ancora profondi del funzionamento psichico, come le radici dell’anima che governano le prospettive da parte a parte cui vediamo noi stessi e il puro. Essi sono le immagini assiomatiche a cui ritornano sempre la persona psichica e le teorie giacché formuliamo circa di essa.” Essi possono capitare raggiunti ed per l’analisi dei sogni, il cui “mondo infero” ci ricollega alle “ombre universali” dell’inconscio sociale …

“Gli archetipi, James Hillman psicanalista e sapiente (1926 – 2011) li definisce appena “i modelli ancora profondi del funzionamento psichico, come le radici dell’anima che governano le prospettive da parte a parte cui vediamo noi stessi e il puro. Essi sono le immagini assiomatiche a cui ritornano sempre la persona psichica e le teorie giacché formuliamo circa di essa.” Essi possono capitare raggiunti ed per l’analisi dei sogni, il cui “mondo infero” ci ricollega alle “ombre universali” dell’inconscio sociale …

Il discorso sugli archetipi non era un’invenzione di Hillman. Epoca ceto in passato largo da Carl Gustav Jung , negli anni trenta , qualora aveva individuato mediante essi le forme primarie delle esperienze vissute dall’umanitГ  nello miglioramento della coscienziositГ  . Proprio forme, giacchГ© stanno ai simboli maniera la figura geometrica del equilibrato sta ad una intelaiatura (intesa mezzo attrezzo) quadrata, e che – almeno modo le forme geometriche – sono condivise da tutta l’umanitГ , sedimentate nell’ inconscio comune di tutti i popoli, privo di alcuna riguardo di sede e di opportunitГ , si manifestano appena simboli , e pre-esistono alla coscienza personale, giacchГ© organizzano.…